Frequentare la scuola non significa solo imparare a leggere e scrivere,
ma significa avere la possibilità di un futuro migliore.   
Andare a scuola non significa “soltanto” evadere dalla prigione dell’analfabetismo. L’accesso all’istruzione di base innesta difatti un circolo virtuoso che produce i suoi effetti di generazione in generazione.
È provato che l’istruzione aumenta le possibilità di inserimento nel mondo del lavoro e con essa la possibilità di avere un reddito migliore rispetto a quello medio delle persone non scolarizzate.
Le bambine e le ragazze che frequentano la scuola hanno più probabilità di conseguire l’autosufficienza economica in età adulta e sanno difendere con maggiore efficacia i propri diritti, nel lavoro e in famiglia.
Gli adulti che da bambini hanno ricevuto l’istruzione di base hanno maggiore predisposizione a mandare i figli a scuola. L’esperienza vissuta in prima persona avvalora nei genitori l’importanza dell’istruzione per i propri figli e soprattutto per le ragazze. Per questo, investire nell’istruzione dei bambini di oggi significa anche lavorare per il benessere e lo sviluppo dei bambini di domani.
A tal fine, da dicembre 2016 l’associazione We Are Onlus sostiene un progetto molto importante, il sostegno di 10 classi al campo di Alnour nel nord della Siria (a circa 30 km circa da Aleppo) e grazie anche all’aiuto dell’organizzazione Molham, ora siamo riusciti a far andare a scuola circa 400 bambini e a dare loro istruzione per un futuro migliore.