Febbraio 2022

In questi giorni un centinaio di scatoloni contenenti articoli per l’inverno e articoli di igiene personale sono partiti da Modena e sono giunti a Lesvos in Grecia.

Tutto il materiale è stato raccolto e custodito nelle case dei soci WeAre durante i lunghi mesi in cui era impossibile effettuare spedizioni. Perché organizzare una spedizione non è mai semplice, ma in questi due anni è stato molto complicato. Comunque anche questa volta ce l’abbiamo fatta, così come lo scorso anno quando siamo riusciti a portare un container sulla rotta Balcanica.

Preparando gli scatoloni. Casa di Lorella

Per far arrivare i cartoni a Lesvos ci siamo appoggiati, come già in passato, all’organizzazione The Hope Project, che opera in Grecia ed in particolare a Lesvos. Questa collaborazione ci permette di monitorare il materiale arrivato a destinazione e la sua distribuzione.

Inizia il carico: da Capriolo verso Modena

Il container partirà da Campogalliano (Modena) che è il punto di raccolta del materiale da spedire.

Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito a recapitare coperte, cappotti, giubbotti, giacche a vento, abiti per uomo, donna, bambino e neonato, scarpe, accessori come sciarpe, guanti e berrette, materiale igienico e giochi. Abbiamo preparato gli scatoloni dividendo il materiale in modo che ogni scatolone contenesse generi della stessa tipologia. Un lavoro lungo che in molti casi ci ha fatto molto apprezzare la cura con cui gli abitini per bambini fossero puliti e profumati, le coperte pulite e ben confezionate, i vestiti in ottime condizioni e adatti per l’inverno: perché donare calore per l’inverno è anche riconoscere la dignità alle Persone a cui affidiamo il dono.

Con questa spedizione sappiamo che molti nuclei familiari avranno coperte e indumenti adatti all’inverno, i bambini avranno calze e scarpe ai piedi e qualche peluche da coccolare.

Sappiamo che questa spedizione contiene “solo” piccole gocce di cura ed attenzione in un mare di disperazione e solitudine in cui sopravvivono migliaia di persone. Ma anche una sola goccia fa la differenza tra la condizione di abbandono che decreta l’invisibilità e la Persona riconosciuta

Container arrivato a Lesvos
Il nostro simbolo WeAre su ogni scatolone
Volontari di The Hope Project