Nel corso dell’anno nell’ambulatorio da noi creato nella cittadina turca di Kilis in collaborazione con la fondazione turco-siriana Fatih Sultan Dernegi, personale specializzato in psicologia ha effettuato un totale di 827 sedute di cui 365 dedicate ai bambini e 240 agli adulti (individuali e di gruppo) oltre a 17 incontri in cui si sono fatte ripetizioni scolastiche ai fanciulli che ne avevano particolare bisogno. Credo che si possa tranquillamente sostenere che si tratta di un ottimo lavoro che però non si fermerà: come stabilito all’inizio della ideazione di questo progetto si è deciso che lo stesso dovesse avere durata biennale per cui già da gennaio si è ripartiti di gran lena. Come già ricordato in fase di rendicontazione semestrale molte delle ore sono state impiegate nella spiegazione della pandemia in corso e soprattutto sui modi per cercare di difendersi dalla stessa e questo percorso è stato a beneficio sia dei bambini che degli adulti.

Laboratori creativi
Formazione ad un gruppo di donne
Psicomotricità con i bambini

Qualche ora è stata anche dedicata alla scuola guida sia per adulti che per adolescenti tenuto conto del fatto che ottenere la patente è senz’altro sinonimo di maggiore libertà nonché di indipendenza.

Come è noto a tutti la pandemia tuttora in corso ha limitato in maniera drastica la possibilità di organizzare serate ed eventi benefici a sostegno di questo e di altri progetti ma siamo comunque riusciti a dare copertura a tutti i nostri progetti in essere aggiungendone qualcuno di nuovo a seconda delle emergenze che si sono state segnalate e siamo riusciti a sostenere le spese per 7 spedizioni di beni di prima necessità inviati nell’isola greca di Lesbo (oltre 700 scatoloni).

Crediamo di potere essere soddisfatti dei risultati raggiunti e con questo spirito affrontiamo il 2021 con la speranza che l’arrivo del vaccino ci renda possibile l’organizzazione di eventi che solitamente hanno lo scopo di raccogliere fondi ma anche e soprattutto quello di fare conoscere la nostra associazione, il nostro modo di lavorare e il dramma del popolo siriano di cui, purtroppo, si parla sempre meno nonostante la situazione non sia per nulla migliorata, anzi.

Per quanto riguarda il sostegno dei nostri progetti per l’anno appena iniziato abbiamo effettuato richieste di sostentamento ad istituzioni, fondazioni e grandi aziende italiane anche se a pandemia ancora in corso non sarà facile ottenere fondi ma non ci perdiamo d’animo. L’aiuto di tutti è determinante e per questo vi invitiamo a sostenere la nostra associazione specificando che non è solo il sostegno economico che chiediamo. Tante sono le cose che chi ci segue e crede in noi può fare e di seguito elenchiamo alcuni esempi concreti:

  1. Fare conoscere la nostra associazione agli amici sia personalmente che tramite i social invitando i vostri contatti a mettere mi piace alla nostra pagina per aumentare il numero di chi ci conosce ed eventualmente sostiene.
  2. Se nell’ambito del vostro comune o della vostra provincia venite a conoscenza di fondazioni, di bandi o di qualsiasi attività che possa essere utile a promuovere la nostra causa ed eventualmente a sostenere economicamente i nostri progetti vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@weareodv.org
  3. Chi è attivo sui social media e su Facebook in particolare ha la possibilità di organizzare raccolte fondi a nostro favore in occasione del compleanno e per quanto possa sembrare cosa banale ci teniamo a farvi sapere che le raccolte fondi sui social sono state la fonte di finanziamento forse più redditizia nel 2020 per cui crediamo non vada sottovalutata.
  4. Diventare socio sostenitore con una quota annua di 50 euro che serviranno a finanziare i nostri progetti. Scoprite come visitando il nostro sito www.weareodv.org

Come diciamo da anni il mare è composto da tante piccole gocce d’acqua e se siamo riusciti a sopravvivere a questo triste 2020 e a coprire tutti i nostri progetti nulla ci spaventa; con il vostro prezioso sostegno però.